Coinvolgimento dei portatori di interesse Comunicazione Monitoraggio della popolazione di lupo Alpina news

Organizzato in Slovenia un secondo incontro con gli abitanti locali sul lupo nella Gorenjska

11 Dicembre 2023
University of Ljubljana

A novembre abbiamo organizzato un secondo incontro sul lupo nella regione della Gorenjska in collaborazione con il Parco Nazionale del Triglav (TNP) presso il Info centre Triglavska roža Bled. Sašo Hrovat, responsabile del Servizio di conservazione e monitoraggio della natura del TNP, si è rivolto ai partecipanti invitandoli a una discussione equilibrata e rispettosa per trovare soluzioni comuni.

Il dott. Andrej Udovč e il dott. Tomaž Skrbinšek della Facoltà di Biotecnica dell’Università di Lubiana hanno preparato delle relazioni basate sui temi dell’incontro precedente, su “Andamento del’ìattività agricola nelle aree rurali e potenziali cause delle problematiche connesse” e “Presenza dei lupi in Slovenia e nelle Alpi”.

Organizzato in Slovenia un secondo incontro con gli abitanti locali sul lupo nella Gorenjska - Life Wolfalps EU
Discorso introduttivo di Sašo Hrovat, responsabile del Servizio di conservazione e monitoraggio della natura del Parco nazionale del Triglav. (Foto: Irena Kavčič)

Il Dr. Andrej Udovč ha affermato che il numero di aziende agricole è in calo dagli anni ’70; ogni anno il numero diminuisce di circa 1000 unità. Le aziende agricole si stanno orientando verso una intensificazione dell’attività, con il numero di capi di bestiame in aumento nonostante la riduzione del numero di aziende. I fattori alla base di queste tendenze sono diversi. Udovč ritiene che il fattore più importante sia la tecnologia, che viene sviluppata soprattutto per l’agricoltura in pianura, rendendo più alto il costo delle attrezzature nelle aziende di montagna. Inoltre, i sussidi agricoli non coprono queste differenze. Oltre alla maggiore intensità produttiva nelle aree favorevoli di pianura, i fattori che influenzano l’abbandono dell’agricoltura sono il potenziale di guadagno molto migliore in altri settori, la struttura anagrafico-demografica (non ci sono giovani che rilevino le aziende agricole), la mancanza di tempo, i danni causati dal cambiamento climatico, gli oneri amministrativi per gli agricoltori e i danni causati dgli animali selvatici e dalle specie protette.

Organizzato in Slovenia un secondo incontro con gli abitanti locali sul lupo nella Gorenjska - Life Wolfalps EU
La relazione del Dr. Andrej Udovč sulle tendenze dell’agricoltura. (Foto: Manca Velkavrh)

Nella sua conferenza, il dottor Tomaž Skrbinšek ha spiegato che i lupi sono animali altamente territoriali, che marcano e difendono attivamente il loro territorio da altri lupi, limitando così la loro abbondanza (densità) in una determinata area. Quando i giovani lupi vanno alla ricerca del loro territorio (dispersione), possono percorrere lunghe distanze (il caso del lupo Slavc e altri). Secondo gli ultimi dati di monitoraggio, la numerosità dei lupi in Slovenia è simile a quella dell’anno precedente (circa 120). Nel 2018/2019, i primi branchi hanno iniziato a comparire sulle Alpi. A Pokljuka c’è un branco dal 2019, quando è arrivata la prole del lupo di Slavc, mentre a Jelovica si è formato un branco nel 2019, ma non sono state rilevate femmine dal 2021. C’è un altro branco intorno a Rateče, che è presente soprattutto sul versante italiano e contiene ibridi – il problema degli ibridi è risolto con l’abbattimento in Slovenia, mentre in Italia è vietato. I lupi arrivano in Slovenia anche dalle Alpi orientali italiane, e in quest’area ci aspettiamo solo un aumento dell’abbondanza in futuro, quindi l’arrivo di nuovi individui nella parte slovena delle Alpi è inevitabile. Durante la sua conferenza, ha anche sottolineato che negli ultimi 70 anni non è mai stato registrato un attacco di un lupo a un essere umano in Slovenia. In Europa sono stati registrati singoli attacchi, ma solo nei casi in cui i lupi si sono abituati all’uomo (nutrendosi) o sono affetti dal virus della rabbia. Pertanto, un lupo sano non rappresenta una minaccia per gli esseri umani (compresi i bambini)..

Organizzato in Slovenia un secondo incontro con gli abitanti locali sul lupo nella Gorenjska - Life Wolfalps EU
La presentazione del Dr. Tomaž Skrbinšek sulla presenza del lupo in Slovenia. (Foto: Irena Kavčič)

Anche se all’incontro non erano presenti solo allevatori, questi hanno espresso chiaramente il loro disagio. Vogliono un maggiore sostegno da parte dello Stato per i cambiamenti che il lupo sta apportando alle loro vite. Hanno sottolineato che vorrebbero incontrare i rappresentanti del Ministero delle Risorse Naturali e della Pianificazione Territoriale al prossimo incontro e hanno sottolineato la loro impotenza nel fornire una protezione adeguata agli animali da pascolo nell’area alpina. La ricerca di soluzioni è molto specifica per le aziende agricole e l’attenzione individuale è essenziale. Chi desidera verificare come proteggere i propri animali da pascolo può contattare il Servizio forestale sloveno. I recapiti sono riportati sul sito Varna paša (Safe Grazing).