Thema - Loading
Life WolfAlps EU Life WolfAlps EU Life WolfAlps EU

Prevenzione

I conflitti hanno sempre un’origine. Il conflitto fra lupi e umani ha una delle motivazioni più antiche, forti e persistenti nella predazione sul bestiame domestico. È uno degli ostacoli principali alla convivenza: molti pastori ritengono che la presenza del lupo comporti un insopportabile aggravio di costi, di lavoro e di stress e che vada attivamente contenuta in molte zone, in alcuni casi eliminata del tutto.

Nei territori dove il lupo è scomparso da decenni, gli allevatori hanno perso l’abitudine alla coesistenza con i grandi predatori e, con il loro ritorno, sono costretti ad adattarsi bruscamente impiegando strumenti di prevenzione degli attacchi e modificando la gestione dell’allevamento. Gli animali non possono più essere lasciati incustoditi e devono essere difesi con l’utilizzo di recinzioni elettrificate e di cani da protezione del bestiame. Questo significa spese maggiori da sostenere, più stress, più fatica e un aumento delle ore di lavoro spesso in condizioni già difficili.

Prevenzione

Questi problemi sono seri e reali: vanno affrontati dialogando con i diretti interessati, gli imprenditori zootecnici. Una pastorizia non intensiva e di qualità è un valore ecologico ed economico di interesse prioritario per il territorio e per le aree protette: il mantenimento degli habitat legati ai prati a sfalcio e ai pascoli, la qualità dei prodotti di alpeggio, il valore paesaggistico, ecoturistico e anche culturale dell’attività pastorale sono elementi da tutelare senza se e ma.

Molto è già stato fatto e molto ancora rimane da fare nel campo della prevenzione degli attacchi ai domestici e nel supporto al lavoro degli allevatori. Il progetto LIFE WolfAlps EU risponde potenziando gli scambi di esperienza fra allevatori sulle Alpi (la comunicazione diretta fra colleghi è la più efficace) e, soprattutto, con le Squadre di Pronto Intervento (WPIU), che intervengono per offrire aiuto agli allevatori nella prevenzione degli attacchi, nel reperimento e la messa in opera di sistemi di prevenzione, nell’assistenza all’accesso alle misure di indennizzo e supporto alla prevenzione, nel corretto utilizzo dei cani da guardiania. 

Nuove linee guida per la prevenzione degli attacchi al bestiame saranno sviluppate nelle zone collinari e di pianura dove i lupi stanno facendo la loro ricomparsa e dove le tecniche di allevamento sono differenti rispetto al contesto alpino. 

resta in contatto

Iscriviti alla newsletter

Le ultime notizie dal progetto.

Life WolfAlps Life WolfAlps Life WolfAlps

Hai visto un lupo? Fai ora la tua segnalazione