news Prevenzione

Un anno di attività delle Squadre di pronto intervento WPIU e i nuovi materiali informativi

12 Luglio 2022
STAFF LWA EU

I danni al bestiame sono una delle principali cause del conflitto tra esseri umani e grandi carnivori. L’atteggiamento negativo a livello locale degli imprenditori zootecnici nei confronti della presenza di lupi è spesso dovuto alla difficoltà di reperimento degli strumenti di prevenzione degli attacchi al bestiame e alla mancanza di assistenza nell’affrontare le richieste di indennizzo e di accesso ai fondi a disposizione.

L’esperienza ha dimostrato che la reperibilità costante e la presenza al bisogno di personale in grado di fornire assistenza agli allevatori è efficace per far sì che a livello locale gli imprenditori zootecnici non si sentano abbandonati o, addirittura, considerati come un elemento meno importante del lupo. È a questo scopo che nell’ambito del progetto LIFE WolfAlps EU sono state institute le unità di intervento di pronto intervento per la prevenzione degli attacchi da lupo – WPIU (Wolf Prevention Intervention Units). Tale strumento è utilizzato per rispondere in modo efficace al bisogno di assistenza degli allevatori professionisti e non.

Ad un anno dalla formazione delle prime 21 WPIU, se ne contano oggi un totale di 42 sulle Alpi di cui 28 in Italia, 2 in Francia, 7 in Slovenia e 5 in Austria. In Piemonte le 16 squadre presenti sono formate da personale dei Servizi Veterinari SSN, militari dell’arma dei Carabinieri Forestali, agenti di Polizia provinciale e della Città Metropolitana di Torino, personale dei parchi, e intervengono per affiancare gli allevatori professionisti e amatoriali nella prevenzione degli attacchi, precisamente nel reperimento e messa in opera di sistemi di prevenzione, nell’assistenza all’accesso alle misure di indennizzo e supporto alla prevenzione, e nel corretto impiego dei cani da guardiania.

Le WPIU in Liguria sono 4, una per ciascuna provincia, Valle d’Aosta sono tre, 4 in Lombardia e una nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi.

Al fine di diffondere in modo più capillare le informazioni sulla prevenzione e sugli indennizzi, è stato realizzato e divulgato un poster informativo specifico per i territori regionali che aderiscono al progetto LIFE WolfAlps EU con i riferimenti necessari per avere supporto prima e dopo una predazione e su come fare per ottenere un indennizzo.

I poster possono essere scaricati ai seguenti link: Poster WPIU Regione Liguria, Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, territorio Piemontese e in particolare per le Aree Protette dell’Appennino Piemontese.

Ulteriori poster saranno presto disponibili per gli altri territori del progetto!

Le WPIU in Piemonte

L’11 maggio scorso ad Avigliana (TO) si è svolto un incontro di coordinamento delle squadre piemontesi che ad oggi contano 215 operatori formati che, in un anno di attività, hanno fornito assistenza a 161 allevatori e distribuito 129 sistemi di prevenzione. L’obiettivo dell’incontro è stato di individuare le criticità riscontrate e i punti di forza al fine di migliorare il funzionamento e il coordinamento. importante è stato il supporto del Settore Sviluppo sostenibile, Biodiversità e Aree naturali e del Settore Produzioni agrarie e zootecniche della Regione Piemonte.

Sono stati inoltre illustrati i nuovi bandi della Regione Piemonte che saranno disponibili a breve per il risarcimento dei danni e per il sostegno a chi utilizza i sistemi di prevenzione.

Tutti i dettagli in merito e molto altro si potranno trovare sul sito del Centro di Referenza Regionale per i Grandi Carnivori, recentemente aggiornato.