Thema - Loading
Life WolfAlps EU Life WolfAlps EU Life WolfAlps EU

Antibracconaggio

Il bracconaggio nei confronti del lupo è tra le più importanti cause di mortalità della specie e un indizio evidente del basso livello di accettazione del predatore.

Tra quelli illegali, il metodo più subdolo per eliminare i lupi, pericoloso non solo per l’ecosistema in genere ma anche per le persone, è l’uso del veleno. L’uso dei bocconi avvelenati è una delle minacce più serie alla conservazione del lupo ed è una pratica pericolosa anche per un gran numero di altre specie selvatiche, dai piccoli carnivori (volpi, tassi, …) e tutti quegli animali che si nutrono di carcasse e che possono essere a loro volta avvelenati dai resti degli animali uccisi. Quanti sono i casi rilevati di avvelenamento solo in Italia? Molti meno di quelli effettivi, ma comunque moltissimi: guarda la mappa.

 

 

Antibracconaggio

Le uccisioni illegali devono essere ridotte al minimo per garantire la conservazione  a lungo termine di una popolazione alpina vitale di lupo e limitare i danni collaterali causati dall’impiego del veleno su altri animali selvatici e domestici.

Quanto incide il bracconaggio nascosto sull’evoluzione della popolazione di lupo? Un esempio dalla Svezia.

LIFE WOLFALPS EU continua sulla strada intrapresa con successo dal precedente progetto LIFE WOLFALPS con l’istituzione di nuove squadre di cani antiveleno che si affiancheranno a quelle già attive in modo da poter coprire l’intero arco alpino. 

C’è ancora molta strada da fare per sensibilizzare l’opinione pubblica. Occorre far passare il messaggio che l’uso delle esche avvelenate non è solo illegale, ma costituisce anche un grave danno ambientale e una pratica potenzialmente pericolosa anche per le persone.

resta in contatto

Iscriviti alla newsletter

Le ultime notizie dal progetto.

Life WolfAlps Life WolfAlps Life WolfAlps

Hai visto un lupo? Fai ora la tua segnalazione