Il ritorno del lupo: incontro CAI a Spilimbergo

Announcement Date: 19 febbraio 2016

INCONTRO DI COMUNICAZIONE NELL’AMBITO DELL’AZIONE E2 “PROMOTION OF COEXISTENCE OF WOLVES WITH AGRICULTURE”

Nell’autunno 2015, su richiesta della sezione CAI Spilimbergo e Gruppo Grandi Carnivori CAI, il Servizio tutela del paesaggio e biodiversità ed il Servizio caccia e risorse ittiche, hanno dato la disponibilità a partecipare e a collaborare ad un incontro dedicato in primis agli appassionati di grandi carnivori del Club Alpino Italiano. L’evento è stato realizzato anche in collaborazione con il Comitato Scientifico VFG e Tutela Ambiente Montano.

L’appuntamento, dal titolo “Ritorna il Lupo: Miti e leggende da sfatare per una convivenza pacifica con uno dei grandi carnivori delle Alpi“, si è tenuto il 19 febbraio 2016, alle 20.30, presso Auditorium Casa dello studente di Spilimbergo (Pn).

CAI Spilimbergo 19022016

La relazione principale della serata è stata presentata dal dott. Duccio Berzi, che ha fornito cenni sulla biologia ed ecologia del lupo, sulla distribuzione a livello nazionale ed ha soprattutto approfondito la tematica dei danni e della loro prevenzione alla zootecnia e dell’impatto del lupo sulle popolazioni di ungulati selvatici. A concludere il suo intervento una breve ma utile e chiara trattazione delle norme di comportamento e della sicurezza personale in presenza della specie.

Al primo è seguito un breve intervento della dott.ssa Giuliana Nadalin, Servizio caccia e risorse ittiche, che ha individuato le strutture dell’amministrazione regionale dedicate a monitoraggio e gestione specie lupo e grandi carnivori, descritto lo stato attuale della specie e le attività in essere (i.e. monitoraggio, prevenzione, indennizzo) a livello regionale.

Alla fine degli interventi è seguito un dibattito, articolato da diverse domande tra cui quale la prospettiva gestionale immediata e futura per i grandi carnivori a livello regionale, come riconoscere una pista di lupo e la presenza/gestione dei soggetti ibridi.

All’incontro hanno partecipato circa 120 persone.